Categoria: COMUNICATO STAMPA

Comunicato Stampa – Google+ non è più disponibile


Google+

non è più disponibile

per gli account consumer (personali) e del brand

 

Da tutti noi del team Google+,
un grazie di cuore per aver reso Google+ un posto davvero speciale.
Cosa è successo a Google+?

A dicembre 2018 abbiamo annunciato la nostra decisione di chiudere la versione consumer di Google+ ad aprile 2019.

Nessun altro prodotto Google (come Gmail, Google Foto, Google Drive, YouTube) verrà disattivato come parte della chiusura della versione consumer di Google+, perciò potrai continuare a utilizzarli.

L’Account Google che utilizzi per accedere a questi servizi resterà attivo.

Tieni presente che le foto e i video di cui hai già effettuato il backup in Google Foto non verranno eliminati. Ulteriori informazioni

Annunci

Giornata della Memoria – IL CASO KAUFMANN – Giovanni Grasso


Il caso Kaufmann

Giovanni Grasso

Editore: Rizzoli
Anno edizione:2019
In commercio dal:15 gennaio 2019
Pagine: 382 p., Brossura

Descrizione

Con Il caso Kaufmann Giovanni Grasso spinge il lettore a riflettere sulle conseguenze dell’odio, regalandoci un romanzo sull’importanza delle parole e delle piccole azioni che possono cambiare il corso degli eventi, e mostrandoci la dolcezza di un amore nato in un’epoca dominata dalla follia e dalla totale perdita di umanità.

A sconvolgere l’esistenza cupa e afflitta di Lehmann Kaufmann, nel dicembre del 1933, è una lettera. Kurt, il suo migliore amico, gli chiede di prendersi cura della figlia Irene e di aiutarla a stabilirsi a Norimberga. Kaufmann ha sessant’anni, è uno stimato commerciante ebreo, vedovo, e presidente della comunità ebraica di Norimberga – vittima, in quegli anni, della persecuzione nazista.

Irene si presenta da subito come un raggio di sole a illuminare la vita di Leo. Ha vent’anni, è bella, determinata e tra i due si instaura un rapporto speciale fatto di stima, affetto, ma anche di desiderio.
Però è ariana, e le leggi razziali stabiliscono che il popolo ebreo è nemico della Germania.
L’odio, sapientemente fomentato dal governo nazista, entra pian piano nelle vite dei comuni cittadini e le stravolge. Diffidenza e ostilità prendono il posto di rispetto e stima.
Gli sguardi si abbassano, i sorrisi si spengono. E quando anche la Giustizia, nelle mani dello spietato giudice Rothenberger, si trasforma in un mostro nazista, per l’onestà e la verità non ci sarà più scampo.

Giovanni Grasso

Roma, 14 ottobre 1962 è un giornalista, saggista e autore televisivo italiano, consigliere per la stampa e la comunicazione e direttore dell’ufficio stampa della Presidenza della Repubblica dal 2015.

Studia al liceo classico San Leone Magno di Roma. Walter Mauro è il suo docente di Italiano. Laureato in Lettere moderne presso l’Università “La Sapienza”, è giornalista professionista dal 1989, nonché iscritto alla Stampa parlamentare dal 1991.

Ha lavorato a La Discussione e al servizio politico dell’Agenzia Giornalistica Italia. Nel 1992 è stato assunto al quotidiano Avvenire, come redattore politico parlamentare.

Dal 1996 al 2001 è stato capo dell’ufficio stampa del presidente del Senato della Repubblica Nicola Mancino. Ha ideato e promosso concerti di Palazzo Madama nell’aula del Senato.

Nel 2011, in seguito alla formazione del governo Monti, ha assunto l’incarico di portavoce del ministro della Cooperazione internazionale e dell’Integrazione Andrea Riccardi fino al 2013.

Studioso di storia del movimento cattolico in Italia, ha pubblicato diversi libri e ha partecipato, in veste di relatore, a numerosi convegni storici. È autore di documentari di carattere storico per Rai 3 e Rai Storia. Ha insegnato al Master di Giornalismo dell’Università di Bologna. È socio ordinario del PEN club italiano.

Il 13 febbraio 2015 viene nominato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella Consigliere per la stampa e la comunicazione e Direttore dell’Ufficio Stampa.

<<<<< + >>>>>

WORLDPHOTO12

A VOSTRA DISPOSIZIONE PER QUALSIASI INFORMAZIONE O RICHIESTA CONTATTAMI

<<<<< + >>>>>

ARTICOLO PRESENTE ANCHE SU

GOOGLE+

A due passi dal Teatro – Comunicato Stampa


 

Reggio Emilia il 12/06/2017 nel bellissimo contesto dello storico Palazzo Magnani (sede di molti eventi, mostre ed attualmente “Fotografia Europea” con uno speciale dedicato a Cesare Zavattini e la sua terra Comune di Luzzara), si è svolta la Conferenza Stampa di presentazione della terza edizione “A due passi dal teatro” – Mali Estremi.

Hanno partecipato

La Direttrice Artistica Fadia Bassmaji che ha illustrato dettagliatamente il programma di questa terza edizione “A due passi dal teatro” e ringraziato tutti dagli Artisti – Enti – Comune e Maestranze che stanno collaborando e permettono il raggiungimento e la riuscita di tutta la Rassegna.

Il Sindaco di Luzzara RE Andrea Costa che ha sottolineato l’importanza di investire maggiormente nella cultura quale veicolo di aggregazione di tutta la comunità per portare a conoscenza soprattutto dei giovani luoghi e culture di un tempo.

Il Comune si avvale della “Fondazione Un paese” per sostenere la Rassegna. “A due passi dal teatro” è infatti frutto della collaborazione di tutto il suo staff guidato da Simone Terzi, che gestisce il Centro Culturale Zavattini di Luzzara.

La Direttrice Artistica di Palazzo Magnani Silvia Cavalchi ha messo in evidenza il forte legame tra “Fotografia Europea” ed il territorio di Reggio Emilia in particolare il Comune di Luzzara.

Il Registra Flavio Cortellazzi di Teatro Magro spiegando i programmi ed intenti che si prefigge e illustrando il lavoro che è dietro al primo spettacolo in programma della Rassegna, “Opera Ominia 2 Disco” per mercoledì 15 giugno 2017.

“A DUE PASSI DAL TEATRO”

 Una rassegna promossa da: Fondazione un paese

Direzione artistica: Fadia Bassmaji – Sinonimia Teatro Cultura Bellezza

Attrice – Assistente alla Regia: Alessandra Pavoni Sinonimia Teatro Cultura Bellezza

Con patrocinio: Comune di Luzzara – Assessorato alla Cultura e della  Regione Emilia Romagna

SCARICA LOCANDINA-PROGRAMMA

———- + ———-

WORLDPHOTO12

A VOSTRA DISPOSIZIONE PER QUALSIASI INFORMAZIONE O RICHIESTA CONTATTAMI