Il mondo in affanno. In UK 50.000 nuovi casi per il quinto giorno di fila


Un coprifuoco anticipato entra oggi in vigore in 15 dipartimenti del nord-est e del sud-est della Francia, dove il blocco per contenere la pandemia scatterà alle 18 invece che alle 20.

Nonostante l’irrigidimento delle misure, in Bretagna si è arrivati allo scontro con la polizia per una festa di capodanno non autorizzata.

La Francia ha il più alto numero di casi di Covid-19 in Europa occidentale e il quinto al mondo.

In Gran Bretagna, davanti ai numeri in crescita, il governo è costretto a rivedere le proprie decisioni e tornare alla chiusura della scuole. Per il quinto giorno consecutivo si contano più di 50.000 nuovi casi, un’accelerazione legata alla mutazione del virus scoperta a novembre, e che si diffonderebbe tre volte più velocemente. Intanto, con quasi 24.000 positivi al covid-19 ricoverati, il sistema ospedaliero è saturo, soprattutto nel settore est di Londra.

Drammatico il quadro anche negli Stati Uniti dove si registrano più di 20 milioni di casi, secondo le rilevazioni della John Hopkins University.

In Messico cresce il timore tra i cittadini per l’impennata dei nuovi contagi e l’annunciata penuria di ossigeno, che ha spinto a capodanno decine di persone a mettersi in fila per ricaricare le loro bombole. La riduzione delle scorte di ossigeno ha portato a un aumento del prezzo per le ricariche, tanto che molti pazienti non possono più accedervi. “I rivenditori autorizzati mantengono un prezzo fisso, ma la fila è così lunga che a volte bisogna aspettare per ore. Quindi, la fretta ti spinge ad andare in luoghi privati, dove i prezzi per assistere il paziente raddoppiano o triplicano”, spiega uno di loro.

Sul fronte dei vaccini, finora considerato l’unico argine concreto alla pandemia, si registra la denuncia dei fondatori di Biontech sul rischio di una insufficienza nelle disponibilità in Unione europea, dato che la loro produzione non basta e gli altri vaccini non sono stati ancora autorizzati. Intanto, l’OMS ha dato il via libera all’impiego del vaccino Pfizer/Biontech per uso d’emergenza da parte dei paesi a reddito basso e medio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...