DOMANDA – RISPOSTA 3


QUEST. RISPO.D. Ho intenzione di comprare un corpo macchina fotografico, dato che il budget è poco contavo di andare sull’usato di qualità, precauzioni e consigli?

————— + —————

R. In risposta al nostro visitatore, puoi trovare un corpo macchina usato principalmente sui vari forum di fotografia più importanti in Italia, su questi siti ci sono dei mercatini dell’usato molto affidabili e frequentati da fotografi professionisti, il “pacco” è quindi più facilmente evitabile.

Appena trovata l’occasione, che ci convince come prezzo e come modello (ovviamente attenzione a non trovare usato che costa quasi quanto il nuovo. Controllate il prezzo del nuovo su siti di ricerca di ecommerce come trovaprezzi.it), possiamo fare il passo successivo.

E’ preferibile sempre la “consegna a mano”, ovvero incontrare il venditore di persona per poter provare fisicamente la macchina: questo accorgimento è d’obbligo nel caso di acquisto di corpi macchina fuori garanzia.

Perchè, mentre nel caso di macchina rotta ma in garanzia abbiamo la salvezza nel centro di assistenza  che provvederà ad intervenire (nel caso ovviamente di difetti coperti da garanzia, se la macchina è stata buttata in mare non c’è garanzia che tenga) a titolo totalmente gratuito, nel caso di garanzia scaduta dobbiamo pagare di tasca nostra la riparazione, con un conseguente aumento del costo totale della macchina.

Ricordo che la garanzia dura due anni partendo dalla data mostrata dal documento d’acquisto (scontrino o fattura).

Passiamo alla parte tecnica

Il prezzo è spesso determinato, oltre che dalla distanza dalla data di presentazione della macchina da parte del produttore, anche dal numero di scatti effettuati dall’otturatore, parte più soggetta ad usura in una reflex. Durante i primi contatti con chi vende, è bene farsi inviare uno screenshot di un programma che legge quanti scatti sono stati effettuati dalla macchina. E non fidarsi ovviamente della parola.

L’otturatore di una reflex è in genere testato per effettuare 100.000 (centomila) scatti, una macchina che ne ha circa 10.000 o meno è praticamente nuova, essendo stata usata solo al 10% della sua possibile vita. Più aumenta il numero degli scatti effettuati più diminuisce il prezzo che può essere chiesto quando la si vende (ma non eccessivamente tanto).

Prima di andare ad un qualsiasi appuntamento con un venditore, è consigliabile portare un portatile, una scheda di memoria SD o CF a seconda della macchina che si sta acquistando e un obiettivo, nel caso ovviamente la macchina sia venduta senza l’obiettivo base.

Prima fase di controllo

Verifica visuale dello chassis: non devono esserci graffi, rotture di sorta.

Verifica meccanica: controllare che il mirino non sia graffiato e non si vedano graffi, che la batteria sia correttamente inseribile e che lo sportellino non sia rotto. Provare ad inserire ed estrarre la batteria. Inserire la scheda di memoria ed estrarla con l’apposito pulsante, non ci devono essere trattenute o difficoltà nell’inserire/estrarre.

Controllare che il pulsante di sgancio dell’obiettivo funzioni correttamente e che l’obiettivo si inserisca correttamente facendo il classico “clack” che conferma l’aggancio avvenuto.

Seconda fase di controllo

Settare la ghiera di comando e fare diversi scatti in modalità A variando il valore del diaframma con la rotellina di controllo posta nei dintorni del pulsante di scatto e in modalità T variando il tempo sempre variando al rotellina.

Nel caso ci sia anche l’obiettivo che correda la macchina, fare diversi scatti variando la lunghezza focale (nel caso non sia un obiettivo fisso).

Effettuare degli scatti variando il punto di fuoco: mettere a fuoco un oggetto vicino e un oggetto lontano e vedere che il punto effettivamente mirato sia stato correttamente messo a fuoco sul display.

Controllare sul display che la foto venga visualizzata correttamente e che non ci siano punti neri, questo significherebbe che il display ha dei pixel bruciati.

Mettere il tappo all’obiettivo, mettere modalità fuoco manuale sull’obiettivo, mettere la ghiera della reflex in modalità T e con la rotellina impostare 5 secondi di tempo.
Prendere la foto scattata e guardala sul pc, inserendo la scheda di memoria nel pc, non ci dovrebbero essere punti viola o rossi, dovrebbe essere completamente nera, questo significa che il sensore non ha pixel bruciati.

Se tutti questi passi sono stati conclusi in maniera positiva, la macchina è in buone condizioni.

A VOSTRA DISPOSIZIONE PER QUALSIASI INFORMAZIONE O RICHIESTA CONTATTAMI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...